GUANCIALI

GUANCIALI

Il guanciale riveste una grande importanza per costruire una corretta posizione di riposo. L’utilizzo di un guanciale corretto è efficace nel risolvere problemi di crampi, dolori articolari, cervicali e circolatori.
Di grande rilievo nel contrastare l’allergia da acaro, il guanciale è da considerare il primo presidio igienico di cui avere cura. Nell’utilizzo quotidiano depositiamo sul guanciale tutto ciò che i nostri capelli raccolgono nel corso della giornata, a questo si aggiungono anche le proteine della sudorazione e della desquamazione, tutto questo materiale richiama una enorme quantità di batteri, muffe ed ACARI. Durante il sonno il nostro sistema immunitario è meno attivo e siamo maggiormente esposti all’attacco di agenti allergenici che hanno la possibilità di accedere al nostro organismo specialmente tramite le vie aeree. Usate sempre un guanciale perfettamente pulito e antispolvero.
La posizione corretta della testa si ottiene quando l’altezza del bordo e della parte centrale del guanciale permettono di sostenere in modo naturale la nuca rispettando la sua forma leggermente curva senza comprimere nè estendere in eccesso opposto la cervice.
La nuca è formata da 7 vertebre della spina dorsale, poggiare la nuca su un corretto supporto ha immediata influenza a risolvere problematiche specifiche come mal di testa o dolori al collo, ma è ovvio che tutta la spina dorsale beneficia della leggera trazione che ne deriva, infatti la rachide si stende e si defatica, i dischi intervertebrali si decomprimono.

FORMA DEL GUANCIALE

le forme sono varie, grande attenzione va posta specialmente nella scelta del guanciale cervicale possibilmente seguendo i consigli di un professionista.
A Saponetta: il più tradizionale con la forma propria della saponetta, colmo al centro e schiacciato sui bordi.
Cervicale: con speciale sagomatura a onda più pronunciata nel punto d’appoggio della nuca e più incavata nella zona cranio assicura il massimo sostegno con eccellente riduzione della compressione cervicale.

RIGIDITÀ DEL GUANCIALE

Risponde ad una preferenza di gusto o a specifiche esigenze circolatorie.
Soffice che tende a cedere alla pressione della testa.
Medio caratterizzato da una cedevolezza standard.
Rigido che cede in modo limitato alla pressione della testa

TIPOLOGIA DEL GUANCIALE

il guanciale è estremamente personale e deve rispecchiare le necessità individuali, è sempre buona norma provarlo da distesi e porre la dovuta attenzione nella scelta.
L’imbottitura può essere molto differenziata.
-Fibre naturali come i guanciali in piuma, lana.
-Lattice e Lattice Talalay dalla lavorazione del lattice dell’Hevea Brasiliensis.
-Memory con la caratteristica tenuta soffice e lenta.
-Myform esclusiva produzione Made in Italy proposta anche nelle varianti Memory e Air.